Source: Melita Historica : Journal of the Malta Historical Society. 4(1967)4(284-285)

ARTHUR BONNICI (Mgr.) History of the Church in Malta, Vol. I, Period I (60-1090), Period II (1090-1530), Malta, Empire Press, 1967.

L’Autore, nella prefazione, narra come gli è nata l’idea di stendere il presente ragguaglio storico. “Colmare una lacuna” egli scrive, giacché dal 1877, nessuno più aveva posto mano a cantare i fasti della Chiesa di Malta. Siccome poi le precedenti storie sono state redatte in italiano, Monsignor Bonnici ha creduto opportuno di presentare al pubblico il suo lavoro in inglese perché fosse a portata di mano dei lettori maltesi.

Il materiale è distribuito in tre Periodi e questi suddistinti in parecchi capitoli di varia estensione.

Nel primo Periodo dopo una sobria introduzione, l’Autore in brevi capitoli delinea lo stato religioso dell’Isola prima della venuta di San Paolo, indi la conversione al Cristianesimo e poi le alterne vicende religiose di Malta Nel secondo Periodo, dopo una pagina introduttiva rapidamente passa a sottolineare l’occupazione di Malta da parte del Conte Ruggero il Normanno e quindi con simile [285] metodo passa in rassegna le varie fasi dello sviluppo della Chiesa, la sede episcopale, i rapporti tra Chiesa e Stato fino alla cessione dell’Isola, da parte di Carlo V, all’Ordine Gerosolimitano.

Il lavoro si fonda esclusivamente sull’Abela, Ciantar e sul Ferris. L’Autore inoltre si è giovato di articoli a stampa apparsi negli ultimi anni.

Va lodato l’ordine logico e cronologico della trattazione condotta con diligenza: sorprendono perciò gli errori nella stampa.

L’indice onomastico concorre ad orientare agevolmente il lettore. Non mancano alcune mende, che in fondo non incidono sul merito del lavoro.

Perciò ogni studioso sarà grato all’Autore per il suo lavoro, cui il pubblico maltese farà certamente la maggiore accoglienza.

P. Bonaventura Fiorini, O.F.M.Conv.