Copyright © The Malta Historical Society, 2005.

Source: Melita Historica. [Malta Historical Society]. 7(1978)3(288-289)

JEAN HOUEL, Voyage pittoresque des Isles de Sicile, de Malte et de Lipari — Ou I'on traite des Antiquités qui s'y trouvent encore / des principaux Phénomènes que la Nature y offre / du Costume des Habitans, et de quelques Usages, Palermo — Napoli 1977, pp. XXX—365, taw. 108 colore seppia, 36cm x 49cm d'altezza, spessore 5mm; prezzo: Lit. 150.000.

Nelle traduzioni di Maria Francesca Buonaiuto e di Annamaria De Somma, la societa editrice Storia di Napoli, del Mezzogiomo continentale e della Sicilia ha stampato — su carta Manunzia-vergata appositamente allestita dalle Cartiere Ventura di Milano — testi scelti a illustrare centodieci tavole tratte dal Voyage di Jean Houel, Peintre du Roi (A Paris, de rimprimerie de Monsieur, MDCCL XXXJJ), con premesse di Giovanni Macchia, Leonardo Sciascia, Georges Vallet.

Affinché questo grandiose volume riuscisse stupendo — oltre che nella accuratezza e intelligenza delle tra­duzioni delle schede di viaggio, nella riproduzione delle tavole che Houel ha inciso in modo straordinario — al progetto grafico di Alfredo Profeta si e dovuto accompagnare l'opera della Zincotipia Moderna Fratelli Guerrini in Firenze, la tiratura della Siace in Palermo, i tipi de La Buona Stampa e la legatura di Salvatore Tonti in Napoli. Un'impresa eccezionale anche per la gradevolezza dell'edizione, agile (oltretutto) quantunque monumentale, che subito ha trovato un pubblico attento e numeroso. Dal Dicembre 1978 il volume e esaurito.

Si tratta di uno dei capolavori editoriali che la societa editoriale Storia della Sicilia (sincopandone il nome, lunghissimo alla Werthmuller!), per quanto di età giovane, ha capacita di realizzare. Ma questo va notato senz'altro: l'Houel riprodotto in così [p.289] eccellente modo e uno strumento per riavicinare Malta e la Sicilia. E altre opere di questo tipo a quanto pare sono in progetto, utilizzando equipes di studiosi — e Malta ne e ricca — con testi leggibili nella lingua originaria e in ogni caso in maltese, inglese e italiano, con il necessario apparato critico ed esplicativo.

Antonino Cremona (Agrigento)